L’estremismo non aiuterà la causa degli afroamericani

Fonte: L’Huffington Post, 21 settembre 2016

 

La stampa italiana fa un lungo servizio sull’uccisione di una persona negli Usa da parte di un poliziotto, mettendo bene in evidenza che la vittima era afroamericana e che afroamericani sono coloro che stanno protestando contro la polizia, ma omettendo che afroamericano è pure il poliziotto che ha sparato.

Innocente dimenticanza o tentativo di forzare il discorso dello scontro inter-etnico?

Discorso che per inciso non conviene nemmeno ai neri, perché significa parificare le vittime innocenti (come apparentemente quella odierna) ai criminali che invece rimangono uccisi in sparatorie con la polizia (e ahimé non sono pochi: statistiche alla mano, gli afroamericani uccidono poliziotti molto più di qualsiasi altra etnia).

È esattamente ciò che già avviene da mesi: non si guarda alla situazione, ma solo all’etnia. Col risultato di rendere più deboli le rivendicazioni della comunità afroamericana, mischiando onesti cittadini a criminali, subordinandone le esigenze materiali all’ideologia di qualche estremista. Col plauso della stampa radical chic internazionale che guarda ancora al pensiero di Bernstein e Cox nell’attico di Park Avenue.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...